“Un livello che non avevo mai avuto prima”, si scopre Ewen Costiou al Giro


I giorni passano ed Ewen Costiou può spuntare nuove caselle ogni sera quando torna in albergo. Per il suo primo Grand Tour, all'età di 21 anni, il bretone dell'Arkéa-B&B Hotels è fuggito la settimana scorsa, poi domenica ha compiuto la sua prima uscita a più di 5.000 metri di altitudine, ponendo fine all'attacco.

Martedì ha avuto l'onore di aprire la strada al Giro quando, a due chilometri dall'arrivo, ha lasciato gli altri fuggitivi per affrontare da solo i tratti più duri del Monte Pana.

“Ho raggiunto un livello mai raggiunto prima”

L'emozione non è durata a lungo, perché Giulio Pellizzari (VF Groupe-Bardiani) e poi Pogacar lo hanno rapidamente superato, ma Costiou avrà finito nella top 10 (9°), un'altra prima volta per lui, e felice. “È stata una giornata davvero terribileha sbottato tra due attacchi di tosse, un male che lo rode da diversi giorni ma non gli impedisce di farsi vedere. Non ha mai smesso di piovere, il finale è stato caotico… avevo buone gambe e ho cercato di partire in vantaggio, ci credevo davvero ma con gli italiani davanti non andavamo molto d'accordo. »

READ  Trail: quattro destinazioni per la primavera e l'estate

Il recente vincitore di tappa del Tour Region Pays de la Loire avrà anche felicemente condiviso qualche colpo di pedale con Julian Alaphilippe, partito da solo a 33 chilometri dalla meta ma un po' corto. “Ha fatto un grande periodo solo per me, anche se era morto. È davvero un grandissimo campione, è bellissimo farlo quando non è costretto a farlo ». fece scintillare il bretone, che non nascondeva nulla: “Ho raggiunto un livello mai avuto prima, mi sto scoprendo sempre di più. Spero che arrivino buoni risultati, fa ben sperare. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *