un pilota automatico a punti per una maggiore sicurezza


Rispetto ai dispositivi concorrenti, l'Autopilot di Tesla ha perso terreno in termini di implementazione del sistema. L'azienda non solo ha rifiutato il volante capacitivo, ma ha anche implementato una sorta di permesso a punti che blocca l'accesso al pilota automatico. Ora Tesla offre la possibilità di recuperare questi punti.

Un sistema troppo restrittivo?

Oggi il pilota automatico di Tesla sembra in ritardo, non all'altezza l’affidabilità della guida semi-autonoma, ma dell'attuazione del sistema. Devi sapere che in attesa della guida completamente autonoma, la normativa europea impone all'utente di tenere le mani sul volante quando l'auto offre un sistema come il pilota automatico. Tuttavia, Tesla lo ha fatto ha rifiutato l'installazione di un volante capacitivo, a differenza dei suoi concorrenti. Questo dispositivo permette all'utente di confermare la presenza delle proprie mani sul volante senza dover esercitare costantemente pressione ed evitare quindi possibili avvisi.

Tesla richiede che il conducente gira il volante ogni dieci secondi circa per mostrare attenzione o riavviare il pilota automatico ad ogni sorpasso. Inoltre, il sistema integra una telecamera interna che interpreta la posizione dell'utente. In caso di un gesto sbagliato, a volte anche banale, la penalità cade: il pilota automatico si disattiva e costringe il conducente a fermarsi per riavviarlo.

pilota automatico tesla
Crediti: Flickr / Marc van der Chijs

Possibilità di recuperare punti

Un aggiornamento effettuato alla fine del 2023 è andato ancora oltre. Dopo cinque disattivazioni successive (cancellazione o scomparsa dei “cinque fusibili”) per sospetto di disattenzione, il servizio è sospeso per un'intera settimana. Questo ha quindi dato ad alcuni utenti l'idea di non effettuare l'aggiornamento in questione per non rischiare una sospensione del genere. Insomma, parliamo di una tipologia di licenza a punti che non dà la possibilità di recuperare questi stessi punti. Sei mesi dopo, però, Tesla modificato il sistema da abilitare recupero di un punto per ogni settimana senza strikeout.

READ  Mangia muffin blu per valutare il tuo microbiota!

Se la sicurezza è così rigida a livello del pilota automatico di Tesla, non è una coincidenza. In effetti, si sono già verificati numerosi incidenti che hanno messo a volte l'utente in causa, a volte il sistema stesso. Ricordiamoci però che dal 2020 Tesla non lo fa più non ha più il diritto di utilizzare la designazione Autopilot in Germania. Secondo un tribunale locale, il termine potrebbe effettivamente essere fuorviante, perché non lo è nessuna questione di guida autonoma al 100%..





Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *