Un restyling nelle semifinali della Women's League



Un “Derbiberon” tra Tarbes e Basket Landes

Le due squadre che si affronteranno questo giovedì (19:00) nell'andata delle semifinali della Women's League hanno una cosa in comune: il 50% dei giocatori schierati in ciascuna delle loro squadre ha 23 anni o meno. Una “giovinezza” assunta dai due rappresentanti del Sud-Ovest e che ha permesso in particolare al TGB di sorprendere il Bourges nel turno precedente, proponendo un gioco ritmato guidato dal trio Leïte-Foppossi-Malonga, autore di 121 dei 170 punti ha segnato contro i Berruyères.

Rispetto all'età media di 22,7 anni del Tarbes, il Basket Landes non sembra molto più vecchio (24,6). Marie Pardon e le sue compagne rimangono su una logica sconfitta nella finale della Coupe de France, ma immagina che il duello perso contro Bourges (63-76) e il suo perno Kayla Alexander (22 punti, 15 rimbalzi) sarà stato molto istruttivo, è tempo di misurarsi con il talento e l'altezza di Malonga (1,98 m, 17 anni).

Preziosa esperienza dell'ESBVA contro il Montpellier

La partenza di Kennedy Burke (27 anni) per il New York Liberty (WNBA), sostituito da Keisha Hampton (34 anni) fa segnare l'ESBVA, che giovedì affronterà il Montpellier (20:50) nell'altro poster della semifinale , la squadra più anziana in campo (26,1 anni di media, contro i 25,1 del Montpellier). L'esperienza incarnata da Shavonte Zellous (37 anni) o anche da Kariata Diaby (28 anni) non sarà troppa contro l'Héraultaises che non partirà favorito dopo aver lottato nei quarti contro Charnay (vittoria in trasferta 77-62, sconfitta casalinga per 64-75).

READ  Nelly Korda alla guida del Mizuho Americas Open, Boutier e Delacour si allontanano dalla top 10

“La trappola è considerare che sarà facile, gli animi dell'allenatore del nord Rachid Meziane. Ricordo che nella finale dell'anno scorso contro l'Asvel era proprio l'esperienza che ci mancava. Per questo mi affido a ragazze, come Zellous, che sono più grandi e quindi essenziali. Ma non mi sorprende vedere tanti giovani nelle ultime quattro, abbiamo una grande generazione di giovani in Francia. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *