Un semplice consiglio per rendere facile il rinvaso di una pianta


In generale ci piace l'idea che una pianta abbia bisogno di essere rinvasata, perché è segno che è cresciuta bene e che potrà ancora continuare a prosperare, ma anche a svilupparsi. È anche un gesto cruciale affinché la pianta rimanga sana, perché salvo eccezioni che possono verificarsi l'orchidea, la maggior parte delle piante finisce sempre per aver bisogno di spazio per le radici. Non sempre però sappiamo come gestire adeguatamente questo importante passaggio nella cura delle piante d’appartamento. Ecco alcuni consigli e un consiglio che spiega come rinvasare una pianta con un metodo semplice, ma che facilita il compito: la tecnica dello stampo! Che tu abbia il pollice verde o che tu sia un giardiniere meno esperto, adorerai questo consiglio rapido e molto efficace.

Cosa serve:

  • La pianta nel suo vecchio vaso
  • Il nuovo vaso più grande
  • Terriccio adatto al tipo di pianta da rinvasare

Come rinvasare la tua pianta? Il trucco che funziona ogni volta per semplificarti la vita!

1) Metti il ​​vaso vecchio in quello nuovo, facendo attenzione a posizionarlo al centro.

2) Aggiungi terra per riempire gli spazi tra i due vasi.

3) Rimuovere la vecchia pentola. Scoprirai di avere uno spazio vuoto che corrisponde a dove metterai la pianta.

4) Posiziona la pianta depotenziata nel suo nuovo vaso nella posizione modellata utilizzando il vecchio vaso.

5) Infine, annaffiare moderatamente la pianta appena rinvasata. Ciò aiuterà a rimuovere eventuali bolle d'aria rimanenti e a stabilire un buon contatto tra le radici e il nuovo substrato.

READ  La più grande minaccia per gli oceani non è la plastica

Qualche altro consiglio per un rinvaso di successo!

rinvasare ficus lyrata rinvaso giardinaggio pianta d'appartamento
Crediti: iStock

Seleziona sempre un piatto che lo sia leggermente più grande del vaso attuale della pianta. Assicurati che abbia fori di drenaggio per evitare accumuli di acqua che potrebbero causare marciume radicale. Anche l'aggiunta di palline di argilla può aiutare a drenare bene la pentola. Inoltre, utilizza una miscela di terreno di qualità adatta al tipo di pianta che stai rinvasando. Puoi anche aggiungere compost o ammendanti organici al substrato per migliorare la struttura del suolo e fornire ulteriori nutrienti se lo ritieni necessario.

Prima di iniziare il rinvaso, annaffiare leggermente anche la pianta esistente. Ciò aiuterà ad allentare il substrato dalle pareti del vaso e renderà più facile rimuovere la pianta. In ogni caso maneggiate con cura la pianta durante il rinvaso. Cercate soprattutto di preservare il più possibile la zolla radicale ed evitate di scuotere troppo le vostre piante, cosa che potrebbe danneggiare le loro fragili radici. A proposito di ciò, approfittare del rinvaso per ispezionare le radici. Rimuovere le radici morte o marce. Se necessario, pota leggermente quelli aggrovigliati per favorire la crescita di nuove radici.

Dopo aver avuto cura di rinvasare la pianta…

Evita di esporre le tue piantagioni rinvasate a luce solare diretta per i primi giorni successivo al rinvaso. La pianta infatti necessita di un tempo di adattamento per riprendersi dallo stress legato al cambio del vaso. Aspetta anche qualche settimana prima di applicare un fertilizzante bilanciato. Le radici dovranno stabilizzarsi nel nuovo substrato prima di iniziare ad assorbire ulteriori nutrienti. Finalmente, monitorare la pianta nelle settimane successive per rilevare eventuali segni di stress o malattia. Potrai regolare l'irrigazione e altre cure in base alle esigenze specifiche delle tue piante.

READ  Prepara un trattamento naturale da giorno contro le imperfezioni

Tieni presente che questi suggerimenti si applicano sia alle piante da interno che da esterno!



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *