Un trio al vertice degli US Open, Adela Cernousek si rilancia, Céline Boutier arretra



Wichanee Meechai non avrà perso la testa. Pressurizzato per tutto il terzo round l'US Women's Open Questo sabato, tuttavia, la tailandese ha mantenuto la poltrona di leader, che occupa da venerdì sera. Non sempre sovrana (due spauracchi a 10 e 14), la 31enne non si è mai arresa e ha saputo sferrare i colpi giusti al momento giusto per resistere agli attacchi degli avversari, come questo birdie (tre in tutto) racimolato a 1 grazie a un putt da 7 metri, oppure questo par salvato a 16 grazie a un altro putt a lunga distanza.

Applicato alla fine, Meechai, che ha raggiunto solo una top 10 in questa stagione nel Tour LPGA (alla Cognizant Founders Cup), ha negoziato perfettamente un chip finale, una sequenza di putt a 18 per confermare una carta di 69 e rimanere al primo posto.

Minjee Lee e Andrea Lee in attacco

Con un -5 totale, il nativo di Bangkok è stato comunque superato in cima alla classifica da due concorrenti, tra cui Minjee Lee. Quest'ultimo, brillante in questo terzo round, ha firmato un punteggio di 66 (quattro birdie, un bogey), il migliore dall'inizio della settimana. L'australiana, già vincitrice degli US Women's Open nel 2022, avrebbe potuto anche prendere da sola le redini del torneo, senza questa virgola a 18 anni.

READ  L'uomo d'affari Luc Dayan candidato all'acquisizione di Mets 92

Andrea Lee completa questo trio di punta. Autore di due birdie nelle sue prime tre buche, l'americana ha subito dato il tono. Successivamente, il 25enne è stato un po’ meno solido (due spauracchi), ma ha comunque realizzato altri tre birdie, per registrare un record di 67.

Già lanciata in occasione di questa giornata commovente e ricca di colpi di scena, la lotta per la vittoria finale nella quarta si preannuncia molto combattuta. In questa lotta, anche Hinako Shibuno potrebbe avere voce in capitolo. Anche i giapponesi hanno concluso il percorso in 66 colpi (sette birdie, tre spauracchi) per salire ai piedi del podio (-3 totali). Il suo connazionale, Yuka Saso, segue in 5a posizione (-2). Sakura Koiwai e Jin Hee Im sono seste (+1). La top 10 è completata da tre giocatori che condividono l'8° posto (+2). Questo trio è composto da Rio Takeda, Mi Hyang Lee e Arpichaya Yubol.

Cernousek sorprende ancora

I due rappresentanti francesi ancora in corsa in Pennsylvania hanno vissuto questo sabato traiettorie diverse. Così Adela Cernousek si è rivelata ancora una volta sorprendente. Partendo col botto, la giocatrice dilettante ha realizzato tre birdie nelle sue prime sette buche. Se la giovane francese è stata poi meno a suo vantaggio e ha concesso tre spauracchi, ha convalidato anche un quarto birdie a 13, che le ha permesso di restituire una carta di 69, la seconda sotto il par in tre riprese, e di risalire al 29° posto ( +7).

READ  Tony Estanguet e Guy Forget eletti nella classe 2024 delle “Glorie dello Sport”

Solo davanti a Catherine Park, 14° (+4), Cernousek può ancora sperare di finire come miglior dilettante nel secondo Major della stagione. La sua connazionale Céline Boutier, invece, ha avuto una giornata complicata. Il sei volte vincitore del circuito americano si è dovuto accontentare di un secondo round consecutivo di 75 (due birdie, cinque bogey, un doppio bogey) ed è quindi sceso al 69esimo posto (+12).



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *