Una Francia triste, tenuta sotto scacco dal Canada per la sua ultima partita prima degli Europei



Facile vincitore del debole Lussemburgo quattro giorni prima (3-0), i Blues non hanno rassicurato molto questa domenica contro il Canada (0-0). La squadra francese è stata tenuta a freno e in alcuni momenti ha addirittura tremato davanti alla 47esima nazione del ranking FIFA. Una prestazione un po' preoccupante, soprattutto alla luce della scarsa capacità di creare occasioni, a otto giorni dall'ingresso nell'Euro contro l'Austria.

La partita: 0-0

Le occasioni migliori per i Blues sono arrivate quando la partita non era ancora stata trasmessa, colpa delle notizie politiche. N'Golo Kanté ha perso il duello contro Maxime Crépeau (8°), prima che il portiere respingesse un rimbalzo a bruciapelo di Marcus Thuram sulla sua traversa (10°).

Ci aspettavamo una partita selvaggia, ma non lo è stata. Preso in prestito senza Kylian Mbappé, entrato nell'ultimo quarto d'ora, i Blues non hanno saputo organizzare un incontro noioso. E hanno ottenuto solo frammenti di situazioni, come questo colpo di testa in tribuna di Dayot Upamecano (35esimo) o questo tentativo, in superficie, di Olivier Giroud (57esimo).

7

N'Golo Kanté ha recuperato sette palloni questa domenica. Il centrocampista è stato fedele a quanto sapevamo di lui, anche se ha aggiunto al suo gioco la tendenza alla proiezione. Una delle rare soddisfazioni della serata, soprattutto perché ha giocato tutto l'incontro.

READ  Programma tv calcio: a che ora e su quale canale vedere le partite di stasera (2 maggio 2024)?

Sorprendentemente, i canadesi sono stati i più pericolosi, in particolare con la traversa trovata da Liam Millar (47°). I “Canucks” si sono addirittura spostati nel campo francese dopo l'ora, moltiplicando i calci piazzati infruttuosi. E avrebbe sicuramente segnato se William Saliba non avesse tagliato un cross quasi decisivo di Jonathan David del Lille (79esimo). Solo Randal Kolo Muani, uno dei sei titolari, ha regalato emozioni nel secondo tempo. Ma solo sul dischetto del rigore, anche il suo colpo di testa incrociato è fuggito dall'inquadratura (90esimo + 1). Dovremo fare meglio, su tutti i fronti, tra otto giorni per avvicinarci all'Euro contro l'Austria.

Il fatto: Giroud silenzioso per la sua ultima partita in Francia

Per la sua 133esima selezione, l'ultima in terra francese, Olivier Giroud sperava sicuramente in un addio migliore. Il capocannoniere francese della storia (57 gol), che ha annunciato il suo ritiro dalla nazionale dopo gli Europei, non ha pesato questa domenica. Pochissimo trovato dai compagni (14 palloni toccati), si è visto soprattutto quando sbagliava in pressing (5 in totale). Ciò non ha impedito al pubblico del Matmut Atlantique di riservargli una standing ovation quando è partito, allo scoccare dell'ora, per Bradley Barcola.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *