Vicino alla Ligue 2, il Clermont vuole crederci ancora



Sabato scorso, gli abitanti di Clermont hanno vissuto un'intensa elevazione emotiva. Per qualche minuto, mentre il Metz era in vantaggio contro il Rennes, retrocede in Ligue 2. Ma i bretoni superano i Lorena (3-2) e un barlume di speranza si riaccende in Alvernia. “Eravamo felici, non mentiremo, respira il centrocampista Yohann Magnin, vice-capitano di questa squadra sull'orlo del precipizio. Ovviamente siamo consapevoli che in otto stagioni su dieci magari con questo numero di punti (25), saremmo condannati. Con questa partita del Metz, un po’ incredibile, mi dico che ad un certo punto le cose cambieranno. Ci credo fortemente. Accadrà anche attraverso di noi, non solo attraverso le scarse prestazioni degli altri. Dovremo prendere sei punti perché se non li prendiamo gli altri potrebbero perdere tutte le partite del mondo, da quelle non torneremo. »

Gli Auvergnat fanno bene contro il Lione

Il compito di Magnin e compagni è immenso anche se contro il Lione hanno perso solo una volta (1-2, il 21 maggio 2022) da quando giocavano in Ligue 1 (1 pareggio, 3 vittorie) e vinsero all'andata ( 2-1, 22 ottobre). “Oggi è la squadra migliore, quella che ha preso più punti (31 in 15 partite) nelle partite di ritorno, ricorda Pascal Gastien. E' davvero molto buono. Senza essere geloso, lo dico, hanno investito 80 milioni di euro nel reclutamento, non il doppio, è il triplo del nostro budget. E' normale, non mi scandalizza. Quindi dovremo fare una prestazione molto forte per battere questa squadra. Abbiamo la fortuna di praticare uno sport dove tutto è possibile. »

READ  Rafael Nadal, dopo la qualificazione agli ottavi di finale di Madrid: "Sono più imprevedibile di prima"

Per realizzare questa impresa, i Clermontois dovranno essere molto più solidi che al Louis-II (1-4) dove ogni loro errore individuale e collettivo è stato punito da una spietata squadra monegasca. Ma anche in caso di successo contro il Lyonnais, il Clermont, che è a quattro punti dal Metz, la raffica che viaggia verso Strasburgo, non è padrone del suo destino. “Se il Metz vincerà in trasferta, domenica sarà finita, Souligne Gastien. Tocca a noi fare una grande partita, poi vedremo. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *