Victor Perez fa il taglio, Robert MacIntyre e Ryan Fox in testa


Victor Perez è andato a prendere il biglietto per il trasloco. Partito male questo venerdì, dopo aver subito due spauracchi nelle sue prime sette buche, il francese è poi riuscito a invertire la tendenza. Il 31enne, partito dalla 10, si è avvicinato per primo alle bandiere con maestria raccogliendo tre birdie di fila tra le buche 17 e 1. Se ha fatto un altro bogey alla 2, il triplo vincitore del DP World Tour non si è arreso , validando poi altri due birdie, assicurati grazie a putting solidi, come questa stringa di 8,50 metri a 8.

Con il suo cartellino da 68 Tarbais si classifica 30° (-2 totale) e supera il taglio stabilito al par. Gli altri due rappresentanti francesi impegnati sul suolo canadese non saranno invece presenti questo sabato. Troppo discontinuo, Martin Trainer ha firmato un punteggio di 72 (tre birdie, tre bogey, un doppio bogey) ed è al 78° posto (+2 totale), appena davanti a Nick Taylor (90°, +3), il campione in carica, che già dice addio alla sua corona. Da parte sua, Paul Barjon non è mai stato della partita. Il neocaledone ha registrato un punteggio di 78 (due birdie, sette bogey, un triplo bogey) e ha chiuso a +11.

MacIntyre e Fox si distinguono

Dopo 36 buche giocate, il posto di leader (-10 in totale) è occupato da Robert MacIntyre e Ryan Fox. Lo scozzese ha concluso il percorso questo venerdì con 66 tiri (quattro birdie) e non ha ancora realizzato il minimo spauracchio dall'inizio del torneo, mentre il neozelandese ha restituito una carta di 64 (sette birdie, uno bogey), il migliore dei giorno.

READ  In Pro D2 è stata aperta un'indagine contro i giocatori del Béziers dopo i danni

« Ho giocato bene, ho colpito molto bene i miei ferri e ho fatto qualche altro putt oggi. Il percorso mi si addice perfettamente. È simile a quello che giochiamo a casa. È un po' lo stesso tipo di percorso vecchio stile, alberato, che conoscevo nella mia infanzia. »

Cale di pelliccia

Il duo di testa ha due lunghezze di vantaggio su Joel Dahmen, solo 3° (-8 in totale). Tre giocatori si classificano quindi al 4° posto (-7). Troviamo lì Andrew Novak, Mackenzie Hughes e David Skinns. Giovedì al timone, l'inglese non è riuscito a mantenere il ritmo durante questo secondo round e si è dovuto accontentare di un round di 71 (tre spauracchi, due birdie). Trace Crowe, Sean O'Hair e Sam Burns seguono in settima posizione (-6). La top 10 è completata da un altro trio che condivide il 10° posto (-5). Questo è formato da Nick Hardy, Ben Griffin e Zac Blair.

Più avanti, Rory McIlroy ha deluso e ha ottenuto un punteggio di 72 (un birdie, tre spauracchi). Il nordirlandese esce dalla top 10 e scende in 30esima posizione (-2 totali), precedendo Tommy Fleetwood (21esimo, -3).

READ  Tyson Fury visto ubriaco in un bar



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *