Vincent Kompany, nuovo allenatore del Bayern Monaco: « Per me è emozionante »



Vincent Kompany ha rilasciato la sua prima dichiarazione come nuovo allenatore del Bayern Monaco. Il suo arrivo in Baviera, fino al 2027, fu ufficializzato mercoledì. “Le mie prime impressioni sono buone. Sono molto orgoglioso e molto motivato. Per me la stagione può iniziare oggi, nessun problema”ha spiegato all'Allianz Arena durante la sua presentazione alla stampa, in un discorso introduttivo in tedesco, segno del suo periodo ad Amburgo dal 2006 al 2008.

Ex difensore e poi capitano del Manchester City fino al 2019, il belga, 38 anni, è subito passato alla carriera da allenatore all'Anderlecht, sua squadra di allenamento, poi al Burnley, prima di succedere a Thomas Tuchel al Bayern, il suo primo grande club d'Europa. La sua doppia missione: riconquistare il titolo di campione abbandonato per la prima volta dal 2013 e raggiungere la finale di Champions League tra un anno, all'Allianz Arena di Monaco.

“Voglio che la squadra evolva con questi due tratti che caratterizzano la mia personalità: coraggio nelle decisioni e aggressività in ogni minuto della partita”

« Il Bayern Monaco è un club enorme, ma l’errore per me sarebbe guardare le persone e agire in modo diverso da come ho sempre fatto », ha continuato il belga, alternando tedesco e inglese durante la sua conferenza. “ È emozionante per me. Per questo a volte non ascolto troppo i rumori esterni, so come evolvermi in questo contesto. È una squadra di talento. Sento che il mio lavoro è tirare fuori il meglio da ogni giocatore del Bayern Monaco « , ha aggiunto Kompany, la cui mancanza di esperienza come allenatore ai massimi livelli è stata una sorpresa quando la dirigenza tedesca ha annunciato la sua scelta.

READ  Endrick segna il gol della vittoria del Brasile contro il Messico

« Devi allenarti nello stesso modo in cui lo sei come persona. Voglio che la squadra evolva con questi due tratti che caratterizzano la mia personalità: coraggio nel prendere decisioni e aggressività in ogni minuto della partita “, ha spiegato Kompany.

« Ha personalità, ha lavorato con i più grandi allenatori. Era il ragazzo di riferimento negli spogliatoi di uno dei club più grandi del mondo. Il modo in cui vuole giocare a calcio, il modo in cui vuole portare avanti le sue idee, corrisponde al Bayern Monaco », Ha sottolineato il direttore sportivo del Monaco Max Eberl.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *