Vittorioso sui Saraceni, il Bordeaux-Bègles giocherà i quarti di finale di Coppa dei Campioni



La logica è stata rispettata e ha vinto la squadra più dominante, più intraprendente, più organizzata in difesa e più attratta dagli ampi spazi. Non senza difficoltà, perché bisogna aspettare l'inizio del secondo periodo per vedere l'UBB mettere a segno la seconda delle sue sei mete, una doppietta del primo gol Matéo Garcia al posto di Mathieu Jalibert, incerto durante la settimana e dato per forfait. Prima di rompere l'argine inglese allo scoccare dell'ora, i Bordelais giocheranno quindi i quarti di finale di questa Coppa dei Campioni in casa, il prossimo fine settimana, contro gli Harlequins.

Inizialmente i due team hanno provato molto con scarsi risultati e i test non sono stati tutti validati, tutt’altro. Questo ottavo di finale è stato inizialmente caratterizzato da occasioni mancate, benefici sfumati e conclusioni sprecate. Durante i primi trentasette minuti, i bordolesi hanno fallito ben tre occasioni chiare (11, 17, 25). Soprattutto, sono state rifiutate cinque mete – Louis Bielle-Biarrey al 6° e 21°, Ben Tameifuna al 9°, Romain Buros al 14°, Nicolas Depoortere al 31° -, di cui una (quella del 14°) molto ingiustamente mentre il il passaggio, giudicato in avanti, è stato alto.

In breve, l'UBB, che ha dominato la partita, non è riuscito a concretizzare i suoi progressi e le sue intenzioni offensive. A parte un gol su rigore firmato Matéo Garcia (30esimo). Fino a quando i Saraceni si ritrovano in inferiorità numerica (ammonito contro Maro Itoje al 36' per una rimessa deliberata), di cui i girondini approfittano subito per segnare su corner di Matéo Garcia (37esimo), dopo uno slalom gigante della loro retroguardia. Romain Buros. All'intervallo l'UBB era in vantaggio per 10-0 ed era giusto così.

READ  Il canale L’Équipe continuerà a trasmettere Betclic Élite compreso Asvel-Parigi

Nel secondo tempo, la palla colpita dal mediano d'apertura della nazionale inglese Alex Goode su un tentativo di rete (44°) ha colpito il palo e la seconda meta di Matéo Garcia (49°) è stata una sorta di video gag, con Tatafu che completava un cross poco prima della conclusione. fuori in touche, la palla colpisce il ginocchio di Earl, rotolando nella porta inglese per la gioia del primo gol del Gironde che segna così la sua doppietta nella più grande confusione (49esimo, 17-0). Poi hanno ceduto gli inglesi, travolti dagli attacchi girondini migliorati in poco tempo da Nicolas Depoortere (61esimo, 67esimo) e Louis Bielle-Biarrey (64esimo, 76esimo), autori anche loro di una doppietta ciascuno.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *