William Saliba, prima degli ottavi di finale degli Europei contro il Belgio: « Non abbiamo paura di nessuno »



“In che condizione atletica è la squadra francese?
Abbiamo recuperato bene, ieri (mercoledì) ci ha fatto bene. Vedere le nostre famiglie e i nostri cari. Abbiamo 3-4 giorni per recuperare bene e preparare bene la partita. Le temperature si sono alzate ma stiamo bene.

Nel 2018 durante i Mondiali è apparso il famoso “seum” dei belgi. Sei pronto a dare loro quella stessa sensazione?
Ovviamente siamo pronti a vincere, non abbiamo scelta, sappiamo che non sarà facile, loro sono un’ottima squadra con grandi giocatori, non li disprezzeremo.

Che tipo di lotta ti aspetti contro Romelu Lukaku?
Non ho ancora giocato contro di lui, è uno dei migliori attaccanti al mondo. Dovremo essere concentrati ma non è solo lui. Abbiamo la squadra per difenderci bene contro di lui.

Didier Deschamps ha effettuato poche rotazioni dall’inizio della competizione. C’è qualche frustrazione tra i sostituti?
Posso confermare che siamo ancora tutti amici. Abbiamo tutti lo stesso obiettivo, tutti hanno la mentalità giusta. Spero che continui così. Anche chi non gioca ha il sorriso.

“(su Dayot Upamecano) È facile quando accanto a me c’è un giocatore molto forte. Ha più esperienza di me nella squadra francese. Parliamo molto. Ci diciamo sempre di nasconderci, di non fidarci l’uno dell’altro. »

La tua associazione con Dayot Upamecano è una grande soddisfazione. Come distribuisci i ruoli?
Le cose stanno andando bene con Dayot per il momento. È facile quando accanto a me c’è un giocatore molto forte. Ha più esperienza di me nella squadra francese. Parliamo molto. Ci diciamo sempre di nasconderci, di non fidarci l’uno dell’altro.

Dov’eri nel 2018 durante la vittoria dei Blues contro il Belgio ai Mondiali?
Ovviamente ricordo, ero a Saint-Étienne, ero al centro di allenamento, ero nella mia stanza. È stata una partita tesa. Ho un bel ricordo di questa partita dove siamo stati solidi. Il Belgio è sempre una squadra difficile.

Ti piace sfidare un attaccante potente e fisico come Lukaku?
Non sono molti i difensori a cui piace giocare contro Lukaku, non abbiamo scelta. Siamo contenti di partite così, giochiamo contro i migliori, dobbiamo essere concentrati, non possiamo attaccarci troppo perché è forte. Cercheremo di bloccarlo bene.

Il difensore belga Wout Faes ha detto mercoledì che « non aveva paura » dei Blues. Cosa ne pensi di questa affermazione?
Non abbiamo paura del Belgio, non abbiamo paura di nessuno. Se non ha paura di noi, buon per lui. Faremo di tutto per vincere. Sono sicuro che non li renda felici di incontrarci.

Quale delle due squadre è più malata?
Non penso che le squadre siano malate. Se lo fossimo non saremmo agli ottavi. Entrambe le squadre possono fare meglio.

Viste le tue prestazioni, senti di aver cambiato il tuo status nella squadra francese?
Non direi che ho cambiato status, l’allenatore ha fiducia in me, cerco di accontentarlo. Devo andare avanti, potrebbe finire velocemente in un modo o nell’altro. Ci sono molti giocatori di punta. Non mi dico che ho cambiato status, rimango concentrato. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *