Xander Schauffele infuocato al primo round del PGA Championship


Tra i ruggiti del pubblico ad ogni tiro di Tiger Woods o gli applausi offerti a Rory McIlroy poco prima della sua partenza, senza fare troppo rumore, e prima di entrare in pista du favorito Scottie Scheffler nel pomeriggio, Xander Schauffele si è messo in modalità numero uno al mondo.

Ben aiutato da un percorso e da green resi più flessibili grazie alle precipitazioni degli ultimi giorni, il numero 3 del mondo non si è lasciato sfuggire molto. Grazie ad un giochino tagliente e ad un putter infuocato, l'americano è riuscito a salvare i suoi par al momento giusto come a 12, la sua 3a buca dove tocca ben 4 m, o addirittura a 1, la sua 10a buca, con un deliziosa uscita bunker/putt.

Un putter si riscalda anche per affondare i birdie, nove nel sacco in totale per zero spauracchi. Con un cartellino di 62, Schauffele eguaglia il miglior punteggio della storia in un turno Major. Un traguardo che il sette volte vincitore del PGA Tour aveva già raggiunto l'anno scorso durante gli US Open, già al primo turno.

« È un buon inizio per un grande torneo, si rallegra. Sono in uno di quei momenti in cui ti senti come se controllassi molto bene la palla, vedi perfettamente i green, scheggi molto bene, ecc. Ora è molto complicato mantenere questo livello di prestazioni. E' solo il primo giorno del torneo. »

Con -9 totali, Schauffele batte il record del campo stabilito da José Maria Olazabal nel 2000 e prende il controllo del torneo. A mezzogiorno era davanti a Tony Finau di tre colpi.

READ  Benoît Saint-Denis farà il suo ritorno contro Arman Tsarukyan... in lotta

Rory nel gioco

Dietro, le aspettative per Rory McIlroy erano alte. Impossibilitato a sollevare un trofeo Major dal 2014 e dalla sua vittoria alla US PGA, proprio qui nel Valhalla, il numero 2 del mondo ha risposto. Dopo il trionfo a Wells Fargo, il nordirlandese ha lottato bene e ha anche dimostrato di saper giocare. Driver meno preciso alla mano di Schauffele (solo 7 fairway su 14), Rory ha fatto alzare in piedi la folla al Valhalla con questo chip in a 6 per birdie o il suo colpo di ferro alla bandiera a 10, la sua prima buca.

« Non è stato tutto perfetto oggi e ho perso qualche scatto. Non ho giocato il mio miglior golf ma ho combattuto, analizza. Ho fatto dei buoni punti, come il mio chip-in a 6. Anche se non sono soddisfatto del mio gioco, sono contento del punteggio. » Dopo un primo giro completato in 66 (-5), McIlroy è 3°, a quattro colpi dal leader.

Woods frustrato

Come sempre, ogni movimento di Tiger Woods è stato esaminato e analizzato attentamente. E se il suono della palla del Tiger non fa lo stesso rumore di quello degli altri giocatori, non lo sono nemmeno le reazioni del pubblico al 15 volte vincitore del Major. Tutti i colpi di Tiger scatenano gli spettatori sempre in attesa della magia.

« Mi sento meglio ma dal Masters non ho giocato molti round in gara, ha reagito. Probabilmente mi ci sono volute tre buche per ritrovare il ritmo, l'adrenalina, la velocità dei green. Ma queste sono cose a cui mi adatto molto rapidamente. Non possiamo vincere se non arriviamo al taglio. Quindi per me l’idea è già di arrivare al fine settimana per darmi una possibilità. » Con la sua carta di 72 (+1), Woods è 60esimo.

A partire dal sorteggio del mattino, Victor Perez ha avuto un percorso complicato. Con un cartellino di 79 (+8), il francese è in fondo alla classifica.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *