Zinédine Zidane e i 98 Blues celebrano l'accademia di Bernard Diomède



“Ti avvicini, ti alzi, lo guardi negli occhi e gli dici 'Buongiorno signore'. » Queste paroline che Bernard Diomède rivolge a uno dei figli della sua “Accademia” potrebbero in definitiva essere il suo mantra: andare avanti, avere fiducia in se stessi e crederci sempre. Solo che il ragazzo si trova di fronte a Zinédine Zidane, da qui la sua emozione…

Aimé Jacquet era lì

Zizou è venuto con altri membri di France 98, tra cui Laurent Blanc, Lilian Thuram, Christian Karembeu, Robert Pirès, Emmanuel Petit ma anche il loro allenatore Aimé Jacquet, per celebrare il quindicesimo anniversario dell'Académie Diomède al Crillon di Parigi, lì dove i Blues ha presentato la Coppa del Mondo al pubblico dal balcone, il 13 luglio 1998.

“Nel 2008, France 98 ci ha fatto una donazione che ha permesso a me e a mia moglie Delphine di lanciare il nostro progettodice Bernard Diomède. Con loro siamo riusciti a trovare partner che ci permettono di essere dove siamo oggi. E ogni anno sono lì per noi. »

L'ex attaccante dei Blues ha voluto sostenere i giovani – ragazzi e ragazze dei quartieri prioritari – dal sesto all'ultimo anno per realizzare un triplice progetto: sportivo, accademico e sociale. Con la volontà di promuovere la diversità, le pari opportunità e l’educazione civica. Dal 2008, 1.600 giovani sono passati attraverso la sua Accademia, situata nell'Île-de-France (a Poissy, Rueil-Malmaison, Issy-les-Moulineaux, Meaux, Noisy-le-Roi) e dal 2023 a Bourges. Il 99% degli studenti ha ottenuto il certificato, il 97,5% il diploma di maturità e l'82% prosegue gli studi superiori. Diciassette ragazzi sono diventati anche calciatori professionisti.

READ  Alexander Zverev domina David Goffin e si qualifica per il 3° turno del Roland-Garros

Ventidue le città colpite negli anni a venire

 » Di piùcome sottolinea Zidane, Se tutti sognano di diventare professionisti, non significa che se non lo fai, non hai avuto successo nella vita. Bernard's Academy dimostra che molte altre porte sono aperte, che nella vita c'è molto più del semplice calcio e che possiamo esprimerci in un altro modo. » Laurent Blanc, da parte sua, ha tenuto a ricordare che l'Accademia “ha risposto anche ad una mancanza, quella educativa, di una seconda possibilità. Tutti possono pensarci, ma ci vuole energia, pazienza e convinzione per portare a termine un'avventura del genere, e Bernard ce l'ha fatta con sua moglie. prima di dire al suo ex compagno di squadra: “Non fermarti!” »

Non è previsto. Nel 2023, l'Accademia Diomède ha lanciato un nuovo programma, l'AD Tour, un percorso socio-sportivo che permette di incontrare i campioni del mondo 1998, nella loro città natale o nelle loro città natale. Quarantotto ragazzi dai 10 ai 13 anni, provenienti dalla città organizzatrice, verranno selezionati di volta in volta attraverso diverse strutture (Assistenza Sociale Infanzia, scuole e istituti superiori locali o associazioni locali).



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *